Comercio electrónico: cómo empezar a vender en línea

Come creare un’attività di e-commerce e farla funzionare davvero? Come potenziare il vostro e-commerce per iniziare a vendere online? In questo articolo abbiamo raccolto le migliori risposte online a tutte queste domande.

In questo articolo, non solo condivideremo la nostra esperienza accumulata negli anni grazie alla creazione di e-commerce a Madridma anche tutti i consigli dei consulenti più esperti del web.

La fine del sensazionalismo da clickbait e una maggiore attenzione al branding

Il clickbait non è altro che una tecnica di web marketing progettata al solo scopo di attirare un clic da parte del visitatore per portarlo al sito desiderato.

Cosa rende questa tecnica così odiosa?

Uso eccessivo di espedienti per convincere il lettore che sta per soddisfare la sua curiosità. Tuttavia, un messaggio particolarmente attraente e provocatorio è seguito da un sito web con un contenuto molto diverso o sovraccarico di pubblicità.

Il traffico generato dal clickbait è di valore assolutamente basso e quindi poco redditizio per un e-commerce. Inoltre, si prevede che in futuro gli utenti diventeranno sempre più consapevoli di queste trappole e le eviteranno, soprattutto sui social network.

È quindi possibile immaginare come le prossime strategie di web marketing saranno orientate verso un traffico di qualità, attirando un pubblico che nel tempo avrà familiarizzato con il marchio e ne conoscerà le caratteristiche più profonde.

Nuove strategie di e-commerce alternative ai cookie, ovvero come iniziare a vendere rispettando la privacy

Avrete notato come, negli ultimi anni, la tendenza dei principali browser sia stata quella di proteggere la privacy degli utenti, fino a creare una vera e propria lotta ai cookie.

Sebbene la funzione originaria dei cookie sia quella di migliorare la navigazione degli utenti, soprattutto durante gli acquisti online, essi stanno acquisendo una connotazione sempre più negativa.

I cookie consentono di tracciare il comportamento degli utenti, di misurare i flussi, di indirizzare le persone e di analizzare le campagne di marketing, ma le crescenti restrizioni costringeranno gli operatori del marketing a escogitare alternative.

È probabile che sia orientato a una maggiore fedeltà al marchio. In questo modo sarà più facile guadagnare la fiducia dei clienti e invitarli a lasciare preziose informazioni personali.

Se siete ancora agli inizi, se state per lanciare la vostra nuova attività di e-commerce ma non sapete come iniziare a vendere online, vi consiglio di iniziare con la comunicazione.

Sottolineate fin dall’inizio la vostra attenzione al cliente e la vostra missione di raggiungere la piena soddisfazione del cliente. Interpretare le esigenze dei visitatori del vostro negozio può aiutarvi a vendere anche senza affidarvi alla tecnologia dei cookie.

Come?

Fornire risposte.

Fate in modo che il visitatore capisca immediatamente che si trova nel posto giusto e che presto troverà quello che cerca nel vostro negozio. Almeno un esperto del settore a cui chiedere consiglio.

Il ruolo dell'intelligenza artificiale

Con l’uso sempre più diffuso dell’intelligenza artificiale nelle piattaforme di vendita online, assisteremo a un’evoluzione delle relazioni con gli utenti.

Oggi i migliori rivenditori online sono in grado di reagire al comportamento di navigazione degli utenti e di interagire con loro personalizzando i contenuti visualizzati o le transazioni proposte.

In futuro, l’intelligenza artificiale spingerà i rivenditori online a comportarsi in modo proattivo. Grazie agli algoritmi di apprendimento automatico, i programmi diventeranno sempre più abili nel comprendere i comportamenti e gli interessi del pubblico con cui interagiscono, al punto da essere i primi a fare proposte al loro pubblico.

Quello che succede oggi, su scala molto più ridotta, è che quando si avvicina il compleanno e nella settimana che lo precede si ricevono auguri e sconti da vari siti di shopping online a cui ci si è registrati.

Più vi conoscono, più i loro consigli saranno accurati e apprezzati.

È plausibile prevedere che in futuro, quando si effettuerà un acquisto online, magari da un dispositivo mobile, la fotocamera potrà essere attivata per richiedere all’intelligenza artificiale consigli di moda e combinazioni di stile.

Attenzione all'ambiente

La sensazione è che nel prossimo futuro l’attenzione all’impatto ambientale causato dall’uomo sarà ancora maggiore. Questa nuova sensibilità non potrà che influenzare il mondo del commercio online.

La generazione più giovane, di età compresa tra i 16 e i 24 anni, vuole acquistare abiti a prezzi accessibili e si rivolge a capi di seconda mano. Il 39% di loro chiede anche consegne ecosostenibili e il 53% la possibilità di restituzioni immediate con pacchetti già pronti.

Sarà proprio la crescente domanda a spingere il commercio elettronico in una direzione sempre più verde.

L'amato/odiato GDPR

Il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) ha rappresentato un problema per molti siti web: molte aziende hanno preso provvedimenti per cancellare i dati dei clienti ottenuti in modo probabilmente non conforme.

Per evitare grossi problemi legali, infatti, la scelta di molti marchi è stata quella di rinunciare chiaramente all’uso dei dati personali in loro possesso.

Tuttavia, si prevede uno spostamento in una direzione diversa. Le aziende saranno strutturate in modo tale da poter riprendere l’attività di marketing e capire come conformarsi completamente al GDPR. In fondo, senza conoscere il proprio pubblico di riferimento, è impossibile comunicare in modo efficace.

Come sfruttare la tecnologia conversazionale nel vostro e-commerce per iniziare a vendere online grazie agli assistenti intelligenti.

Tra le funzionalità che prenderanno sempre più piede nel mondo dell’e-commerce nel prossimo futuro, vorrei sottolineare anche la tecnologia vocale.

Questa realtà è rappresentata oggi da Alexa y Google Nest.

Oggi, funzioni come Alexa Voice Shopping consentono di ordinare e completare gli acquisti con comandi vocali.

Il chatbot basati sui chatbot sono una tendenza destinata a migliorare e, soprattutto, a rimanere. Impareranno a parlarci in modo sempre più naturale e saranno in grado di darci consigli e risposte.

Oggi, Alexa può essere utile in:

  • In cucina. Potete chiederle di aggiungere il latte alla lista della spesa, di darvi un consiglio nutrizionale o di dirvi quante calorie contiene un avocado.
  • Se siete alla ricerca di un regalo. Sulla base delle valutazioni reali dei clienti e delle offerte in corso, può dirvi, ad esempio, qual è il cibo per cani più popolare o l’offerta migliore.
  • Per lo shopping. Aggiungete gli articoli al carrello di Amazon e procedete all’acquisto.
  • Per seguire i vostri ordini e valutare i prodotti acquistati ascoltando i vostri feedback.

Non abbiamo bisogno di una bacchetta magica per prevedere che il nostro e-commerce, per funzionare, dovrà essere riconosciuto anche dagli assistenti vocali.

Nel frattempo, se non l’avete ancora fatto, vi consiglio di inserire i dati strutturati nel vostro negozio online. Dopo tutto, il vostro e-commerce non è visto solo da “clienti umani”, ma anche da algoritmi. Abbiamo già parlato dei dati strutturati JSON-LD.

8 consigli per il vostro e-commerce: come iniziare a vendere e costruire un'attività di successo

In un recente articolo (in inglese) Guarava Sharma ha creato un elenco di 8 preziosi consigli per il vostro e-commerce per farlo funzionare e raggiungere il successo.

  1. Concentratevi solo sulla vostra nicchia. Se la vostra azienda si concentra solo su una nicchia specifica, significa che meglio di ogni altra sarà riconosciuta come la migliore per un pubblico specifico. Studiate le loro esigenze, le loro preoccupazioni e non disperdete le vostre energie cercando di vendere a tutti. Ecco a cosa servono Amazon ed eBay!

  2. Ottimizzate il vostro e-commerce per gli smartphone. La maggior parte delle vendite avverrà infatti attraverso questi dispositivi mobili.

  3. Aprire più negozi (non limitarsi al sito web). Considerate, ad esempio, se potrebbe essere redditizio per la vostra azienda aprire un negozio sui già citati Amazon o eBay. Inoltre, esplora l’impatto positivo che potrebbe avere l’utilizzo di piattaforme come il Marketplace di Facebook o Etsy. A proposito, sapevate che rispetto a un sito web tradizionale per un artigiano o un artista artigiano o artistaEtsy offre numerosi strumenti di web marketing?

  4. Creare contenuti unici. In altre parole, evitate il “copia e incolla” per le descrizioni dei vostri prodotti.

  5. Assicuratevi di generare liste di contatti. Un visitatore che non acquista oggi potrebbe essere un potenziale cliente domani. Invitateli a iscriversi alla vostra newsletter o alla mailing list di WhatsApp.

  6. Rendete la vostra esperienza di acquisto fantastica. Se volete far decollare il vostro e-commerce e farlo funzionare davvero, rendete unica l’esperienza dei visitatori nel vostro negozio online. Aiutatelo a prendere buone decisioni. Consigliatelo. Non abbandonatelo mai di fronte a decine o centinaia di prodotti senza guida.

  7. Investite in SEO e social media. Il web marketing è essenziale per farsi conoscere.

  8. Non smettere mai di studiare. I vostri concorrenti e i vostri clienti.

Caricate gratuitamente i vostri prodotti su Google con il Merchant Center e poi decidete se volete promuoverli con gli annunci.

È probabile che non abbiate mai sentito parlare di Google Merchant Center, ma sono sicuro che l’avrete “visto” un milione di volte.

Questo strumento vi permette di aggiungere i vostri prodotti a Google senza alcun costo. Vi permette di raggiungere centinaia di milioni di utenti che ogni giorno acquistano prodotti come i vostri.

Ora che avete capito di cosa si tratta, converrete con me che non potete ignorarlo se il vostro obiettivo è iniziare a vendere online grazie al vostro nuovo e-commerce.

Comercio electrónico Google Merchant Center

Per iniziare, è necessario disporre di un account Google e accedere a Centro commercianti di Google. Vi verranno chieste alcune informazioni:

  • Informazioni sulla vostra attività commerciale (nome, indirizzo, numero di telefono, ecc.).
  • Dove volete che i clienti paghino (nel vostro negozio online, su Google o nel vostro negozio fisico).
  • Gli strumenti di terze parti con cui si lavora.
  • Le vostre preferenze di posta elettronica per essere contattati.

Se avete bisogno di istruzioni più dettagliate, consultate la Guida per i nuovi utenti del Merchant Center.

Per vedere i vostri prodotti apparire su Google Shoppingè necessario inserire i dati richiesti per ogni prodotto e attendere che venga verificata la conformità alle politiche pubblicitarie.

Una volta fatto questo, non resta che aumentare la visibilità dei vostri prodotti.

Per farlo, è necessario collegare gli account Google Merchant Center e Google Ads e creare la campagna pubblicitaria per i prodotti.e creare la campagna pubblicitaria per i vostri prodotti.

Se il vostro e-commerce crea già automaticamente i dati strutturati corrispondenti per ogni prodotto, non è necessario inviare i prodotti a Google. Per visualizzare i vostri prodotti in Shopping, potete utilizzare lo strumento Search Console..

Contatta la nostra agenzia web

Contattate subito la nostra agenzia web di Madrid e portate la vostra presenza online al livello successivo!

Compártelo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *